VERTICALE

Concorso di idee per l’area Ex-Stianti di San Casciano rivolto ad artisti e architetti under 35.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO VINCITORE
11 dicembre 2015, ore 18.00, Auditorium di ChiantiBanca in Piazza Arti e Mestieri 1, San Casciano Val di Pesa.
Il bando ideato da Tusciaelecta. Arte contemporanea nel Chianti è stato patrocinato dai comuni promotori della manifestazione e realizzato con il contributo di Regione Toscana.

Le numerose proposte pervenute sono state valutate da una commissione di esperti composta da Arabella Natalini, direttrice artistica di Tusciaelecta e responsabile del progetto; Leonardo Baldini, Servizio cultura e sport del Comune di San Casciano in Val di Pesa e responsabile del progetto; Tommaso Barni, architetto iscritto all’Ordine degli Architetti di Firenze; Paolo Parisi, artista e docente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze; Stefano Pezzato, curatore del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci.

La commissione, all’unanimità, ha dichiarato vincitore Habitat, progetto presentato da Giulia Squeo, Margherita Bagiacchi, Camilla Bernstein, Alessio Bertini, Silvia Pucci ed Elena Ronchi, con la collaborazione dell’artista Davide Rivalta. Habitat si propone di riqualificare l’area attraverso la creazione di un luogo “aperto” e polifunzionale che promuova una fruizione integrata e molteplice da parte della cittadinanza. L’inserimento delle sculture di Davide Rivalta, dal forte valore simbolico, si ricollega all’identità e alla memoria artistica di San Casciano, grazie anche all’originale riferimento all’opera di Mario Merz.
Al secondo posto Paesaggio (alla terza) del gruppo composto dagli architetti Francesco Onorati, Francesco Mariani, Filippo Pecorai, Francesco Polci e Antonio Salvi: una rilettura dell’area attraverso una moltiplicazione del paesaggio originata dalla creazione di uno specchio d’acqua che riempie tutta la superficie della terrazza.
Al terzo posto il progetto Play di Francesco Caneschi e Costanza Farolfi, una riflessione sulla memoria storica del sito, precedentemente legato all’importante presenza delle Officine Grafiche F.lli Stianti, ottenuta grazie alla progettazione di “blocchi” polivalenti connotati da caratteri tipografici e dislocati sulla piazza in chiave funzionale.
Una menzione speciale è stata riservata al progetto Public Library degli Studio ++: una mediazione tra luogo urbano e spazio verde sviluppata attraverso un approccio relazionale con gli abitanti di San Casciano.